Sono appena tornata dalle Dolomiti e questo viaggio mi ha ispirato a cercare i rifugi di montagna più particolari, romantici e anche quelli di design in Europa.

Ma, sai cos’è un rifugio?

I veri rifugi di montagna non sono quelli a bordo strada e facilmente raggiungibile in auto, no. I veri rifugi sono strutture custodite e gestite per offrire un servizio di ospitalità, ristoro e pernottamento e sono raggiungibili solo a piedi, si trovano in zone remote lontano da strade e impianti di risalita. I rifugi alpini sono stati creati per supplire i bisogni degli alpinisti e  degli escursionisti che hanno bisogno di luoghi dove trascorrere la notte e rifugiarsi in caso di condizioni meteorologiche avverse in montagna.

Per conoscere tutti i REGOLAMENTO GENERALE RIFUGI

Nella mia ricerca ho trovato dei favolosi e sono dei veri stimoli per superare ore di trekking e magari anche imparare a scalare…

6 rifugi di montagna imperdibili

Bivacco Luca Vuerich, Italia

IL rifugio realizzato dall’ architetto Giovanni Pesamosca è stato ordinato dalla famiglia dell’ alpinista Luca Vuerich, morto in una valanga nel 2010. Il rifugio si trova sulle Alpi Giulie nel Friuli, in provincia di Udine, lungo il sentiero attrezzato Ceria-Merlone, che parte da Lanital dell’Orso a 2500 metri, sul Foronon del Buniz. Il pernottamento è gratuito.

 

Bivacco Gervasutti, Italia

Il Rifugio di Gervasutti rimane su uno sperone roccioso a 2.835 metri di altezza, sotto le  pareti delle Grandes e Petites Jorasses, nel Monte Bianco, lungo la linea di confine tra l’Italia e la Francia. La prima capanna, in legno, venne realizzata nel 1949, dopo danneggiamenti  ricostruita nel 1961. Nel 2011, viene realizzata l’ attuale struttura, progettato da LeapFactory, energeticamente autosufficiente e, grazie alla presenza di un computer di bordo connesso a internet via satellite, il Bivacco Gervasutti è costantemente collegato con il mondo esterno, rileva lo stato di funzionamento dell’impianto elettrico ed invia i dati acquisiti. Il nome del rifugio è un omaggio al alpinista torinese Giusto Gervasutti.

rifugio di montagna

 

Rifugio alpino Skuta, Slovenia

Il rifugio rimane nella montagna Skuta, terza vetta più alta delle Alpi di Kamnik. Il progetto nasce nell’autunno 2014 nel contesto di un laboratorio diretto da Rok Oman e Špela Videčnik di OFIS Architects presso la Harvard Graduate School of Design. Il rifugio ispirato all’architettura vernacolare slovena e in grado di adattarsi alla topografia del sito e resistere a eventi meteorologici violenti.

 

Neue Monte Rosa Hutte, Svizzera

Nelle vicinanze di Zermatt, in Svizzera, a 2883 mt di altezza. È un edificio di 5 piani, con vista su Monte Rosa, Gornergrat e Cervino. Progettato dal professor Andrea Deplazes del Politecnico di Zurigo con un gruppo di studenti, e da alcuni ricercatori dell’Empa, Istituto nazionale svizzero per la ricerca nel campo dei materiali, è autosufficiente al 90 per cento. Può ospitare 120 persone. Il costo a notte è di 45 franchi svizzeri a notte (28 per i membri del Club alpino svizzero). In estate lo si raggiunge con 5 ore di cammino da Zermatt, 4ore da Furi, 4 ore dalla stazione di Rotenboden.

 Nuovo rifugio del Goûter, Francia

Nel Monte Bianco versante francese, il Rifugio del Goûter si trova nel comune di Saint-Gervais-les-Bains, nel massiccio del Monte Bianco (Alpi Graie), a 3.817 mt. Questa nuova struttura sorge 200 mt più in basso del vecchio rifugio del Gouter.

 

Rifugio Solvay, Svizzera

Se non sei un alpinista esperto difficilmente potrai raggiungere questo rifugio, rimane a 4.003 metri è il rifugio più alto del Mondo! Nelle vicinanze di Zermatt, nel Canton Vallese della Svizzera, sulla cresta nord-est del cervino. Il rifugio ha 10 letti e è stato costruito in 5 giorni nel 1915, rifatto nel 1966.

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *