Luv.it è appena nata, è stata inserita nell’app store americano in modo silenzioso e discreto nel mese di novembre 2016. Senza tanta pubblicità e per ora senza molta voglia di fare parlare di se, possiamo dire che sembra quasi in fase sperimentale.

No, non è l’ennesima app creata da un quindicenne nella sua cameretta e non ha dovuto neanche chiedere aiuto e finanziamento collettivo da Kickstarter. Perchè a crearla è niente meno che l’ex direttore di marketing di ebay, Fernando Trueba. 

 

Luv.it , l’app da tenere d’occhio

Il perchè Luv.it promette di fare successo? Semplice, l’app ti paga per Acquistare. Ma, perché pagare una persona per spendere? Che senso ha?

Questa nuova app è studiata appositamente per la generazione Millenials, i nati tra il 1980 ed il 2000, che solo in America conta con più di 80 milioni di persone, e che passano almeno 3 ore al giorno a navigare su internet dal mobile.

La grande questione è che in queste 3 ore su mobile, l’85% del tempo sono sulle app, diviso quasi esclusivamente su 5 applicazioni. Oggi convincere un utente a scaricare e occupare spazio prezioso del suo telefono è sempre più difficile.

L’altra questione importante, come avevo già citato nel mio post “Dalla app Depop al nuovo consumismo“, la generazione millenials acquista sempre meno, dando più importanza a un viaggio e alle esperienze, che a un vestito, auto o casa, questo nuovo comportamento ha portato a una caduta storica nei guadagni per le aziende di consumo nel 2016.

Oggi una app per meritare di nascere deve offrire qualcosa di speciale e deve offrire qualche vantaggio.

 

Come funziona Luv.it

Luv.it è un’app di shopping on line, dedicata alla moda e Lifestyle, che ti premia per l’acquisto e per consigliare un prodotto. L’utente potrà monetizzare (il guadagno è in soldi veri)  i propri sforzi di influencer nei socials, incentivando la divulgazione e acquisto di un prodotto.

Dopo aver scaricato l’app nello smartphone si potrà fare il login tramite i propri account Facebook e Instagram. Appena registrato, verrà chiesto al nuovo utente di rispondere a un piccolo questionario che aiuterà l’app ha suggerirli i brand e utente da seguire.

Durante la navigazione nella piattaforma, gli utenti sono liberi di fare acquisti, che li porteranno a guadagnare il 2,5% di rimborso sulla spesa fatta, che verrà caricata direttamente sul proprio conto PayPal o bancario fornito nel momento della iscrizione.

Gli utenti possono consigliare prodotti nel loro account e se uno dei loro seguaci acquista il prodotto consigliato, si riceverà un ulteriore 2,5% del valore speso.

In sostanza gli utenti verranno premiati per la scoperta, la condivisione e l’acquisto di prodotti che amano ( luv) con la loro comunità.

Ogni volta che una transazione avviene, Luv.it guadagna una piccola tassa, che permette loro di fare soldi, senza la necessità di impegnarsi in sforzi pubblicitari che interrompono l’esperienza dell’utente.

L’utente che acquista tramite l’app potrà restituire entro 14 giorni l’acquisto. Una curiosità è che, passati i 14, se l’acquirente si pente dell’acquisto, Luv.it farà di intermedio tra l’utente e il brand per aiutare a risolvere la questione.

L’app punta molto anche nella comunicazione e integrazione con le piattaforme di e-commerce dei brand partner, in modo di automaticizzare al meglio le forme di pagamento e rifornimento dei prodotti.

Il pubblico a utilizzare nel momento Luv.it è esclusivamente femminile, molto fashionista  e tra i 18- 34 anni. Luv fino al momento ha già collaborato con più di 80 influencer e fashion bloggers, tra questi Victoria Van Ness e Christie Ferrari.

Trueba sa che in un mercato già saturo, come quello del e-commerce, deve offrire un’esperienza efficiente e molto vantaggiosa per l’acquirente. Lui crede che Luv.it in futuro sarà tra le più grande piattaforme di shopping on-line.

 

Com’è nata Luv.it

L’idea per l’applicazione è nata quando un amico di Trueba , inizialmente lo aveva cercato per un consiglio intorno all’idea di creare un mercato online per prodotti consigliati. Ciò che prima era iniziato come una consulenza alla fine s’è evoluta in una partnership tra i due, e l’applicazione da allora è cresciuta fino a diventare un’ operazione di vera e propria attività con 10 dipendenti in due uffici, uno in California e l’altro in Messico. 

Per scaricare Luv.it Qui. Per il momento è disponibile soltanto nel App store americano.

 

luv.it



 

 

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *