La lotta contro il predatore più antico che esista non e’ stata raccontata soltanto da Spielberg, nel celeberrimo “Jaws“, dove un mostro marino faceva strage di bagnanti, nelle acque d’una cittadina statunitense.
Degni di nota, nell’epopea cinematografica uomo vs pescecane, sono anche “L’ultimo squalo” di Castellari che fece fracassi al box office americano, prima d’esser bloccato per plagio e ritirato… oppure gli squali, geneticamente modificati ed intelligentissimi, di “Blu profondo” sino alla serie di b movies di Sharknado, dove i pescioni voraci viaggiano e mietono vittime trasportati da trombe d’aria…
Onestamente son andata un po’ disillusa a vedere The Shallows, “Paradise Beach” in italiano ( perché cambiare titolo poi?) , dicevo tra me e me… Non vedrò nulla di nuovo, non mi farà paura, non mi divertirò…
Sbagliavo, il film di j.Serra con una super tosta Blake Lively, qui die hard più che mai, e’ intrattenimento puro.
La fotografia e’ bellissima, la musica ti carica di tensione ed adrenalina, la protagonista e’ piu’ in parte che mai…
Certo la scena dell’ala del gabbiano lussata era risparmi-abile… Ma niente spoiler… O quasi… La storia della surfista che entra nella tana della creatura e deve trovar modo di sopravvivere, coinvolge da subito, lo spazio circoscritto e minaccioso, le increspature sull’acqua che potrebbero celare la minaccia da un momento all’altro t’incollano alla sedia…
Non ho nulla da aggiungere, andatelo a vedere… Paradise Beach non e’ un pesce lesso ma un grande bestione cattivo di puro divertimento.

 

Hai già immaginato di dormire in compagnia degli squali?

 

No, non dovrai fare la fine della protagonista di Paradise Beach per dormire in loro compagnia, comunque, queste tre proposte non sono adatte a chi soffre soltanto a vederli.

Ad aprile di questo anno Airbnb ha indetto un concorso di grande successo in cui tre vincitori di Asia, Europa e Americhe hanno dormito in una camera subacquea, immersa nella vasca di squali dell’ Aquarium de Paris – Cinéaqua. Hanno potuto osservarli da vicino durante tutta la notte e fare anche colazione con loro, separati soltanto da una parete trasparente a 360 gradi. Il concorso purtroppo è finito, ma, consiglio di seguire queste iniziative di airbnb in cui potrai dormire per una notte nei posti più improbabili : #NIghtAt

Dormire con gli squali airbnb
( Foto: Airbnb)
Dormire con gli squali 02
( Foto: Airbnb)
Dormire con gli squali 03
( Foto: Airbnb)

Un’altra opzione é la bellissima proposta dell’ acquario di Genova, dove i bambini possono dormire dentro l’acquario, vicino alla vasca degli squali, il costo è di 80 euro a bambino colazione inclusa e la cena della sera d’arrivo. I bambini accompagnati dalle guide dell’ acquario, avranno tutto l’acquario solo per loro e con le luci dell’ impianto spente, illuminato soltanto dalle luci interne alle vasche, avranno una visione unica e un nuovo mondo si aprirà davanti ai loro occhi. L’ età dei bambini dev’essere tra i 7 e 13 anni. Per sapere le nuove date e prenotare visita: Acquario di Genova

Dormire con gli squali 01
( Foto: Acquario di Genova )

Se non sei stato fortunato con il concorso di Airbnb, hai più di 13 anni, ti rimane ancora una possibità anche se la visione di squali non è garantita, tuttavia dovrai spendere più di 1500 dollari a notte e viaggiare a Zanzibar, al Manta Resort. Il resort conta 17 camere e una subacquea , proprio in mezzo al Blue Hole, buco blu, all’interno della barriera corallina.

Above-and-under-water-2
( Manta Resort )
Aerial_2-1
( Manta Resort )
IMG_0119-1
( Manta Resort )
From-inssside-1
( Manta Resort )

Questo articolo è disponibile anche in: Portoghese, Brasile

Inoltre vi consiglio di leggere...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Required fields are marked *